Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Anatomopatologo

Anatomopatologo

Descrizione e definizione

L’anatomia patologica è una branca specialistica della medicina. Si occupa della diagnosi macroscopica e microscopica delle alterazioni morfologiche di organi e tessuti e dei riscontri diagnostici su cadavere per l’accertamento delle cause di morte e per la verifica delle malattie diagnosticate in vita. L’anatomia patologica è una specialità medica riconosciuta ufficialmente e iscritta nell’area dei servizi clinici delle specializzazioni in medicina. Il corso di formazione dura 5 anni. Si accede alla scuola di specializzazione dopo aver conseguito il diploma di laurea in medicina e chirurgia che dura 6 anni. L’obiettivo della scuola specialistica è quello di formare professionisti con conoscenze avanzate riguardanti, tra l’altro, l’impiego delle tecniche anatomiche, istologiche, istochimiche e citologiche applicate al settore della patologia umana. L’anatomopatologo è il medico specializzato in anatomia patologica.

Ambito di competenze

L’anatomopatologo svolge normalmente la sua attività diagnostica presso servizi pubblici o privati oppure negli istituti universitari di anatomia patologica. L’anatomopatologo non ha in genere contatti diretti con i pazienti. Svolge la sua attività su richiesta di specialisti di altre discipline medico-chirurgiche che inviano alla sua osservazione campioni di tessuti e di organi prelevati nel corso di interventi chirurgici o di biopsie. L’anatomo patologo procede all’esame macroscopico del materiale ricevuto e al prelievo di frammenti di tessuti organici che vengono lavorati, preparati e montati, sotto forma di un sottilissimo strato, su un apposito vetrino. Questa procedura viene effettuata nel laboratorio di istologia. Terminata la preparazione dei campioni, l’anatomopatologo esegue un esame microscopico (con l’ausilio di un microscopio) dei vetrini sui quali è fissato il sottilissimo strato dell’organo da esaminare, formula una diagnosi e la invia con un referto al medico specialista che ne aveva fatto richiesta. La diagnosi anatomo-patologica viene utilizzata per stabilire la terapia opportuna e per formulare una diagnosi e una prognosi più precise. Ci vuole in genere qualche giorno per completare questo iter diagnostico anatomo-patologico e quindi per ottenere la risposta dell’esame bioptico.
L’anatomo-patologo svolge anche procedure diagnostiche d’urgenza; si tratta di un aspetto particolare ma fondamentale dell’attività professionale dell’anatomopatologo: la diagnostica istopatologica estemporanea. Si tratta di una diagnosi che deve essere fatta in modo tempestivo su frammenti di organo prelevati durante un intervento chirurgico in corso e ha lo scopo di orientare rapidamente il chirurgo sulla procedura operatoria migliore da attuare. Il paziente è anestetizzato sul tavolo operatorio e l’anatomopatologo, in poche decine di minuti, deve fornire al chirurgo la diagnosi esatta, ad esempio se si tratta di un tumore maligno o benigno. Questa metodica diagnostica riveste ovviamente grande importanza per il paziente.
L’anatomopatologo esegue anche i riscontri diagnostici (autopsie) richiesti da ospedali e cliniche. Lo scopo è quello di confermare le malattie diagnosticate in vita e stabilire la causa del decesso. Di norma l’anatomopatologo non si occupa delle autopsie giudiziarie, ossia quelle richieste dall’autorità giudiziaria (magistratura), che sono invece di competenza del medico legale.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico