Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Artroscopia

Artroscopia

Descrizione

L’artroscopia è un procedimento endoscopico diagnostico e terapeutico impiegato in medicina per esaminare e curare le articolazioni. Lo strumento specifico usato per questo tipo di indagine è l’artroscopio. Si tratta di una cannula di pochi millimetri di diametro, collegata con uno schermo. In corrispondenza dell’estremità che viene introdotta nella cavità articolare è montato un sistema a fibre ottiche che ha la duplice funzione di telecamera e di fonte di illuminazione. L’ortopedico è il medico specialista che esegue l’artroscopia. Esegue e controlla lo svolgersi dell’artroscopia attraverso il monitor collegato all’artroscopio. Un’articolazione è sostanzialmente un ingranaggio che permette il movimento di due o più segmenti ossei vicini tra loro. È composta di varie strutture che lavorano in sinergia: tendini, legamenti, cartilagine e liquido sinoviale.

Indicazioni

Dolore, tumefazione e limitazione funzionale a carico di un’articolazione costituiscono indicazione per l’esecuzione di un’artroscopia, che può svolgere un ruolo diagnostico o terapeutico.
L’artroscopia esplorativa o diagnostica viene eseguita allorquando non è stato possibile, con altri strumenti diagnostici, chiarire l’esatta natura di disturbi articolari presenti e obiettivabili. L’artroscopia con finalità terapeutiche trova indicazione invece quando sia necessario riparare strutture intrarticolari danneggiate o rimuovere frammenti lesionati di tessuto che non si possono aggiustare. Le articolazioni più frequentemente indagate con l’artroscopia sono quelle dell’anca, del ginocchio, della caviglia e della spalla.
Dal punto di vista terapeutico, L’artroscopia è indicata per la cura chirurgica delle patologie traumatiche e degenerative delle cartilagini e dei legamenti articolari.

Preparazione

L’esame artroscopico richiede l’effettuazione pre-operatoria di un elettrocardiogramma, di una serie di analisi del sangue e di una valutazione della storia clinica del paziente, soprattutto in relazione a malattie importanti, pregresse o attuali. Va segnalata all’operatore la presenza di eventuali allergie. Sarà necessaria la sospensione dell’assunzione di farmaci anticoagulanti e il paziente si deve presentare a digiuno il giorno dell’artroscopia.

Procedura

L’intervento si svolge normalmente in regime di day hospital e con l’impiego dell’anestesia spinale. Il paziente è quindi sveglio durante l’artroscopia. D’accordo con il chirurgo operatore e se sussistono le indicazioni, è possibile anche l’utilizzo dell’anestesia generale o di quella locale. Nel post-operatorio è opportuno utilizzare per qualche giorno le stampelle ed evitare di rimanere in piedi a lungo. È indicata la fisioterapia dopo una settimana dall’intervento. Il dolore e il gonfiore, che normalmente non sono di grande intensità, possono essere trattati con analgesici e ghiaccio. I punti di sutura vengono rimossi dopo una decina di giorni circa dall’intervento e un controllo della situazione locale viene eseguito a 3-4 settimane di distanza dall’artroscopia.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico