Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Bulimia

Bulimia

Descrizione

La bulimia, anche detta bulimia nervosa, fa parte delle patologie incluse nel cappello dei disordini alimentari. Negli ultimi anni la bulimia, così come l’anoressia nervosa, sono state inserite tra le emergenze di salute mentale da gestire, proprio per i devastanti effetti che esse provocano sulla popolazione adolescenziale e sui giovani adulti. La bulimia può infatti causare depressione, irregolarità mestruali, squilibri chimici, gonfiore agli arti, problemi intestinali e a tutti gli organi interni, problemi dentali e alle ossa. Se non si tratta in modo tempestivo ed efficace sia l’aspetto alimentare che quello psicologico, può portare alla morte. La bulimia nervosa colpisce chiunque, ma si osserva con maggiore frequenza nelle donne tra i 15 e i 25 anni.

Sintomi

I due principali sintomi della bulimia sono l'abbuffata e il successivo svuotamento di norma inducendo il vomito o assumendo farmaci. La persona bulimica tende infatti, in seguito ad uno stress emotivo, a mangiare in modo eccessivo, compulsivo, senza riuscire a fermarsi, grandi quantità di cibo. Nella seconda fase del processo, presa dal senso di colpa, crede di rimediare all’abbuffata inducendo il vomito o assumendo lassativi o diuretici.
Nel caso in cui questo tipo di comportamento diventi ripetitivo, manifestandosi anche più volte durante una stessa settimana, si è chiaramente di fronte ad un problema di bulimia nervosa. Chi soffre di questo disordine alimentare può essere normopeso, sottopeso o sovrappeso e in genere tende ad oscillare molto tra una taglia e l’altra. Nel lungo periodo la persona bulimica tende a sentirsi depressa e ad avere disgusto verso se stesso, nascondendo il proprio comportamento in pubblico.

Cause

Le cause alla base della bulimia possono essere diverse. La pressione dei media sull’aspetto fisico, ansia, depressione, pregresse esperienze traumatiche e fattori genetici, possono tutti contribuire al manifestarsi di questa patologia.

Diagnosi

Alcuni dei criteri impiegati per diagnosticare la bulimia nervosa sono:

  • Episodi di abbuffate e compenso (svuotamento) almeno una volta alla settimana per tre mesi;
  • Ossessione riguardo al proprio peso.


Trattamento

Il trattamento che viene proposto ha l’obiettivo da un lato di ripristinare corrette abitudini alimentari, dall’altro di lavorare sul piano psicologico.

Di norma si propone una terapia comportamentale cognitiva e a questa si associa una dieta sana, equilibrata, con piccoli pasti più volte al giorno.
In alcuni casi viene anche proposta una terapia farmacologica, a discrezione del medico e sulla base del singolo caso.

 

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico