Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Carie dentale

Carie dentale

Definizione

La carie dentale si verifica a seguito di una infezione causata da alcuni microrganismi presenti nel cavo orale, che a lungo andare aggrediscono il dente. Il biofilm (placca) che si trova sui denti, infatti, converte gli zuccheri presenti nel cavo orale in acidi che aggrediscono lo smalto, strato esterno del dente, dissolvendolo. A lungo andare ciò provoca la formazione di una cavità, detta appunto carie dentale, dolore e alterazione della qualità di vità. Se trascurata la carie può provocare la perdita del dente e anche un’infezione sistemica.

Sintomi

All’inizio la carie può essere anche asintomatica. Con il progredire dell’azione dei batteri si percepisce però dolore, ipersensibilità dentinale e alitosi.

Cause

La salute orale dipende da una grande serie di fattori. I determinanti sociali, ad esempio, hanno un forte impatto. Anche i fattori comportamentali incidono sulla comparsa della carie dentaria. Tra questi, ad esempio, una dieta malsana ricca di zuccheri semplici, l’uso di tabacco e di alcool. Anche una scarsa igiene orale così come una inadeguata esposizione al fluoro possono avere un impatto negativo sulla salute orale. Possono concorrere all’insorgenza di carie anche fattori endogeni quali la struttura delle arcate o riduzione della saliva.

Diagnosi

La lesione cariosa viene normalmente individuata dal dentista attraverso la valutazione dello smalto dei denti con idonei strumenti, o attraverso la consultazione delle radiografie.

Trattamento

In base alla gravità della lesione (carie di primo, secondo, terzo o quarto grado), possono essere proposti trattamenti differenti. Per gli stadi iniziali si può ricorrere a trattamenti al fluoro, anche ripetuti nel tempo. Se il coinvolgimento della lesione è andato oltre lo smalto, ma non fino alla polpa dentaria, si procede con la cosiddetta otturazione. Si tratta in sostanza del riempimento della cavità lesionata con materiali idonei. Nei casi più gravi, come ad esempio se il dente risulta molto indebolito, si può pensare a una corona, un rivestimento su misura che sostituisce la corona naturale del dente. La devitalizzazione e l’estrazione sono due manovre riservate ai casi più gravi. Nel primo caso viene sostituita la polpa dentaria, nel secondo caso è necessaria la sostituzione dell’intero dente.

Prevenzione

La prevenzione è indispensabile per evitare l’insorgenza della lesione cariosa. Per prima cosa è utile osservare giornalmente una corretta igiene orale, attraverso lo spazzolamento dei denti, l’uso del filo interdentale e del colluttorio. Bisogna inoltre prevedere delle sedute periodiche di igiene orale. Anche dal punto di vista dell’alimentazione, evitare gli zuccheri aiuta a mantenere in salute i propri denti.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico