Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Chirurgo plastico

Chirurgo plastico

Descrizione e Definizione

La chirurgia plastica è una branca specialistica della medicina. Si occupa degli aspetti clinici, diagnostici e terapeutici delle patologie che provocano alterazioni strutturali e funzionali dei tessuti. La chirurgia plastica è una specializzazione medica riconosciuta ufficialmente e iscritta nell’area chirurgica delle specialità con il nome completo di specializzazione in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica. Il corso di formazione dura 5 anni. Si accede alla scuola di specializzazione dopo aver conseguito il diploma di laurea in medicina e chirurgia che dura 6 anni.
L’obiettivo della scuola specialistica è quello di formare professionisti con conoscenze avanzate riguardanti la diagnosi, la prognosi e la terapia delle ustioni, dei fenomeni di riparazione tissutale e delle tecniche chirurgiche aventi finalità estetiche. Il chirurgo plastico è lo specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica. Si avvale di tecniche diagnostiche e terapeutiche chirurgiche, quindi più o meno invasive e cruente. La visita da parte del chirurgo plastico costituisce di norma il primo atto di questa specialità medica verso il paziente. Lo scopo finale del chirurgo plastico è quindi quello di ricostruire i tessuti umani e correggerne le alterazioni congenite e/o acquisite con obiettivi terapeutico-funzionali ed estetici.

Indicazioni

Normalmente è il medico di famiglia che invia il paziente allo specialista in chirurgia plastica allorquando esista una patologia di specifica competenza. È opportuno rivolgersi al chirurgo plastico quando si debba correggere chirurgicamente un’alterazione dei tessuti sia congenita, cioè presente dalla nascita, sia acquisita, per esempio determinata da traumi. Tra le patologie di frequente interesse che giungono all’osservazione del chirurgo plastico vi sono:

  • labiopalatoschisi, labbro leporino e altre malformazioni congenite
  • patologie e dismorfie della mammella
  • neoplasie della pelle
  • ferite cutanee 
  • esiti di fratture del massiccio facciale
  • esiti di interventi chirurgici pregressi
  • ustioni importanti

Procedura

Dopo aver raccolto l’anamnesi e proceduto all’esame obiettivo del paziente, il chirurgo plastico esegue una diagnosi e propone al paziente la terapia opportuna. Gli interventi che il chirurgo plastico esegue con maggiore frequenza sono:

  • la blefaroplastica (rimodellamento chirurgico delle palpebre)
  • la rinoplastica (rimodellamento del naso)
  • la liposuzione (asportazione chirurgica di tessuto adiposo in eccesso)
  • l’otoplastica (ricostruzione/rimodellamento del padiglione auricolare)
  • la ricostruzione dei tessuti dopo ustioni, ferite e fratture che abbiano lasciato cicatrici e deformità importanti

La chirurgia plastica è una disciplina chirurgica rivolta anche a ottenere miglioramenti sul piano estetico in assenza di patologie intese come tali. Si tratta comunque di interventi chirurgici che possono avere complicazioni anche importanti, pericolose sia per la salute che per la vita.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico