Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Dipendenza affettiva

Dipendenza affettiva

Descrizione e definizione

La dipendenza affettiva, pur non essendo ancora presente come tale nel DSM-5, il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, è ormai riconosciuta come un’entità nosologica autonoma facente parte del gruppo delle nuove dipendenze comportamentali. Si tratta di patologie analoghe alle tossicodipendenze dove la sostanza chimica (alcol, stupefacenti) è sostituita da comportamenti patologici specifici in determinati ambiti, ad esempio il gioco d’azzardo (vedi qui dipendenze comportamentali).
La dipendenza affettiva è sostanzialmente un modo sbagliato e patologico di vivere una relazione sentimentale. La persona che soffre di questa dipendenza rinuncia ai propri spazi vitali e nega i suoi bisogni tentando di soddisfare in tutti i modi le aspettative del partner pur di mantenere vivo il rapporto. Si tratta di una forma di amore patologico, sbagliato, che può comportare quasi l’annullamento esistenziale di chi ne soffre impedendo il miglioramento e l’evoluzione durante il corso della vita.
Il partner diventa il punto di riferimento unico ed esclusivo della vita del dipendente affettivo aprendo la strada a possibili soprusi e violenze all’interno della coppia.

Dati statistici

La dipendenza affettiva, chiamata anche ‘love addiction’ colpisce il sesso femminile in maniera preponderante, interessa praticamente quasi tutte le fasce di età e include anche le donne con figli. Anche gli uomini possono però soffrire di questa forma patologica. Sono pochissimi e il loro comportamento di dipendenza è sostanzialmente sovrapponibile a quello femminile pur presentando qualche differenza.

Profilo della dipendente affettiva

Indipendentemente dall’età della donna, esistono alcune caratteristiche comuni che si ritrovano con frequenza:

  • fragilità caratteriale
  • bassa autostima
  • necessità continua di conferme
  • paura di essere lasciate
  • incapacità di prendere decisioni in modo autonomo

Diagnosi

La dipendenza affettiva può essere sospettata in modo fondato quando siano presenti determinate caratteristiche comportamentali costanti e perduranti nel tempo. Tra queste vi sono:

  • eccessiva riduzione della propria sfera di azione (rinuncia a contatti sociali, attività lavorative e/o di svago)
  • sproporzione della quantità di energie e di tempo concessi a se stesse rispetto a quanto dedicato al partner
  • attaccamento disperato al proprio rapporto nonostante le problematiche e talora anche nonostante le violenze psicologiche e fisiche subite
  • conflitto interiore tra il desiderio di troncare la relazione e quello di mantenerla a qualsiasi prezzo
  • sofferenza e necessità della presenza del partner quando non è presente (sindrome da astinenza)

Terapia

La cura della dipendenza affettiva è complessa, lunga e spesso empirica. La psicoterapia cognitivo-comportamentale può essere efficace e coadiuvata dall’utilizzo di opportuna terapia farmacologica.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico