Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Ematologo

Ematologo

Descrizione e Definizione

L’ematologia è una branca specialistica della medicina. Si occupa della prevenzione, della diagnosi, della terapia e della clinica delle malattie del sangue. L’ematologia è una specializzazione medica riconosciuta ufficialmente e iscritta nell’area medica delle specialità. Il corso di formazione dura 5 anni. Si accede alla scuola di specializzazione dopo aver conseguito il diploma di laurea in medicina e chirurgia che dura 6 anni. L’obiettivo della scuola specialistica è quello di formare professionisti con conoscenze avanzate riguardanti la diagnosi, la terapia e la clinica delle malattie del sangue e degli organi emopoietici. L’ematologo è il medico specializzato in ematologia. Oltre a quanto già specificato, tra le competenze dell’ematologo c’è anche la gestione della medicina trasfusionale. La visita ematologica costituisce di norma il primo atto di questa specialità medica.

Indicazioni

Normalmente è il medico di famiglia che invia il paziente allo specialista ematologo allorquando sospetti una patologia di specifica competenza. I sintomi più frequenti che evocano la presenza di malattie del sangue o degli organi emopoietici sono:

  • astenia profonda (stanchezza importante, persistente, che ostacola la vita quotidiana del paziente)
  • comparsa di ecchimosi e/o ematomi senza causa valida
  • dolori ossei e articolari
  • dimagrimento
  • febbre
  • sudorazione profusa

Tra le patologie di competenza ematologica troviamo:

  • le anemie, ossia la diminuzione patologica del numero dei globuli rossi. Si tratta di patologie complesse e numerose derivanti da cause diverse tra loro (per esempio da mancanza di ferro e di vitamine come la B 12 e l’acido folico
    le poliglobulie, ossia l’aumento patologico del numero dei globuli rossi
  • le piastrinopenie, ossia la diminuzione del numero delle piastrine che partecipano al meccanismo della coagulazione ematica
  • le malattie della serie bianca del sangue, ossia dei globuli bianchi, tra le quali la leucocitosi e la linfocitosi
  • i tumori come le leucemie, i linfomi e il mieloma multiplo

Preparazione

La visita ematologica di per sé non ha bisogno di particolari preparazioni da parte del paziente e non ha controindicazioni. È indolore.

Procedura

Dopo aver raccolto l’anamnesi, soprattutto in riferimento ai disturbi lamentati dal paziente, al suo stile di vita e alle sue abitudini, lo specialista ematologo procede all’esame obiettivo che deve essere completo e riguardare in particolar modo la palpazione del fegato e della milza, spesso ingrossati in caso di malattie ematologiche. Deve essere eseguita anche la valutazione delle stazioni linfonodali. Le diagnosi ematologiche sono complesse e richiedono l’esecuzione di esami di laboratorio e strumentali specifici che l’ematologo prescrive, d’intesa con il paziente.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico