Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Endocrinologo

Endocrinologo

Descrizione e Definizione

L’endocrinologia è una branca specialistica della medicina. Si occupa della prevenzione, della diagnosi, della terapia e della clinica delle malattie del sistema endocrino.
L’endocrinologia è una specialità medica riconosciuta ufficialmente e iscritta nell’area medica delle specialità della medicina con il nome completo di specializzazione in endocrinologia e malattie del metabolismo. Il corso di formazione dura 5 anni. Si accede alla scuola di specializzazione dopo aver conseguito il diploma di laurea in medicina e chirurgia che dura 6 anni.
L’obiettivo della scuola specialistica è quello di formare professionisti con conoscenze avanzate riguardanti la fisiologia, la diagnosi, la terapia e la clinica delle malattie del sistema endocrino, del ricambio e del metabolismo. L’endocrinologo è il medico specializzato in endocrinologia e malattie del metabolismo. Si avvale di terapie non chirurgiche ma essenzialmente farmacologiche.
Anche in campo endocrinologico esistono e sono ormai consolidate diverse aree di sottospecialità quali ad esempio la diabetologia. La visita endocrinologica costituisce di norma il primo atto di questa indagine medica.

Indicazioni

Normalmente vi è la necessità di ricorrere a uno specialista in endocrinologia quando compaiono sintomi riferibili a patologie del metabolismo o delle ghiandole endocrine. Tra questi vi sono:

  • alterazioni della forza muscolare
  • accentuazione della sete
  • disturbi del normale ritmo sonno veglia
  • aumento o perdita di peso con incapacità di mantenerlo costante
  • modifiche del desiderio sessuale

Tra le malattie di competenza endocrinologica troviamo:

  • diabete mellito di tipo I e II
  • iper e ipotiroidismo
  • obesità e magrezze patologiche
  • disturbi della sfera sessuale
  • disfunzioni e tumori ipofisari e surrenalici

La visita endocrinologica è di solito prescritta dal medico curante o da altri specialisti.
Può essere effettuata anche con lo scopo di un controllo generale anche in assenza di sintomi come quelli descritti. La visita endocrinologica è opportuna nell’età dello sviluppo, in gravidanza o comunque durante la quarta decade di vita.

Preparazione

La visita endocrinologica non ha bisogno di particolari preparazioni da parte del paziente e non ha controindicazioni. È indolore e dura circa mezz’ora.

Procedura

Dopo aver raccolto l’anamnesi, soprattutto in riferimento ai disturbi lamentati dal paziente, lo specialista endocrinologo procede all’esame obiettivo vero e proprio alla ricerca di elementi che lo orientino verso una diagnosi. In particolare misura e valuta:

  • peso, altezza e trofismo muscolare
  • pressione sanguigna
  • frequenza cardiaca
  • sporgenza bulbi oculari
  • stato della tiroide (unica struttura palpabile dall’esterno

A completamento della visita lo specialista in endocrinologia può, d’intesa con il paziente, prescrivere ulteriori accertamenti strumentali e di laboratorio; ad esempio:

  • analisi del sangue
  • ecografia
  • risonanza magnetica (RM)
  • tomografia assiale computerizzata

 

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico