Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Ernia inguinale

Ernia inguinale

Definizione

L’ernia inguinale è la fuoriuscita di una parte dell’intestino tenue (la prima parte dell’intestino) dalla cavità addominale attraverso un piccolo orifizio. Questa protrusione si insinua attraverso l’inguine e la parte superiore della coscia interna. L’ernia inguinale si osserva con maggiore frequenza negli uomini di mezza età rispetto che nelle donne ed è una patologia molto diffusa nella popolazione. Rappresenta l’80% di tutti i tipi di ernia. Può essere monolaterale (appare con maggiore frequenza a destra) o bilaterale.

Sintomi

L’ernia inguinale può essere in alcuni casi asintomatica, mentre in altre condizioni può portare a un dolore anche molto intenso e acuto. Questo dipende dal coinvolgimento dei nervi nella zona. Oltre al dolore, che normalmente è più intenso in posizione eretta e tende invece a diminuire se ci si stende, si può anche notare un rigonfiamento della zona inguinale. In una piccola percentuale di casi si può avere una strozzatura dell’ernia con conseguente sofferenza del tessuto per mancanza di sangue e anche peritonite. In questi casi è necessario l’intervento chirurgico con tempestività.

Cause

L’ernia inguinale può avere un’origine congenita, oppure può dipendere da una serie di fattori che influiscono sulla fuoriuscita di parte dell’intestino dalla parete addominale. Nello specifico l’ernia può derivare da eccessivi sforzi fisici, naturale indebolimento dei tessuti a causa del progredire dell’età o predisposizione individuale. Il sovrappeso e l’obesità facilitano l’insorgenza di questa patologia, come in alcuni casi anche la tosse persistente e la gravidanza. In generale la prevenzione per questa patologia prevede il mantenimento di un sano stile di vita che contempli anche esercizi per avere un buon tono dei muscoli addominali,

Diagnosi

La diagnosi si esegue normalmente con una visita e la raccolta delle informazioni circa la sintomatologia. Potrebbe essere chiesto al paziente di eseguire degli sforzi, come ripetuti colpi di tosse, per esaminare meglio l’ernia inguinale.

Trattamento

L’approccio maggiormente diffuso nel caso di ernia del disco prevede l’intervento chirurgico. Oggi, al fianco della chirurgia tradizionale che prevede l’incisione della parte (ernioplastica) per il reinserimento dell’intestino fuoriuscito e il rinforzamento della parete inguinale, è possibile fare affidamento ad approcci laparoscopici mininvasivi (si opera effettuano piccolissimi fori intorno all’inguine) che permettono tempi di degenza ridotti e vantaggi per il paziente. In questo caso si usano delle reti che sorreggono l’intestino fuoriuscito permettendo una notevole riduzione del dolore e tempi di ripresa veloci.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico