Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Gengivite

Gengivite

Definizione

La gengivite, come dice il nome stesso, è una infiammazione delle gengive. Una scarsa igiene orale è alla base di questo processo infiammatorio, in cui la placca che non viene eliminata correttamente dai denti funge da terreno per la crescita dei microrganismi che attaccano poi la gengiva. Le gengive infiammate tendono a staccarsi dal dente, scoprendolo. Questo rende più facile ai batteri insinuarsi e creare danni. Una gengivite ai primi stadi provoca sanguinamento, gonfiore e alitosi, ma se non trattata può portare a condizioni gravi come la piorrea (parodontite), la formazione di tasche gengivali fino anche ad arrivare alla caduta dei denti.

Sintomi

I principali sintomi della gengivite includono:

  • alito cattivo
  • sanguinamento delle gengive
  • gonfiore
  • fastidio se si assumono cibi troppo caldi o troppo freddi
  • irritazione

Cause

La gengivite si manifesta spesso a causa di una igiene orale insufficiente a eliminare la placca (che successivamente diventa tartaro). Molte persone infatti credono di ottenere una pulizia dei denti semplicemente spazzolandoli, mentre per poter eliminare i residui tra i denti è importante usare anche il filo interdentale ogni giorno. Inoltre, il rischio di gengivite aumenta se:

  • Si è in gravidanza o in menopausa
  • Si bevono alcoolici
  • Si ha un deficit vitaminico
  • Si usano farmaci tra cui corticosteroidi e antidepressivi
  • Si soffre di diabete o si è portatori del virus HIV
  • Si portano protesi dentarie
  • Si fuma

Diagnosi

La diagnosi di gengivite viene eseguita durante la visita dal dentista.

Trattamento

Il trattamento prevede una accurata igiene orale dall’igienista (mirata alla rimozione di placca e tartaro), cui deve fare seguito un piano di igiene a casa da seguire con costanza. Questo significa lavare i denti dopo ogni pasto per almeno due minuti (spazzolando dalla gengiva verso il dento, e non in senso orizzontale, ne troppo energicamente), utilizzare ogni giorno il filo interdentale, se suggerito dal dentista utilizzare un colluttorio. Inoltre, bisogna pianificare una seduta di igiene orale almeno una volta all’anno.

Prevenzione

Oltre agli accorgimenti già detti, ci si può prendere cura delle proprie gengive quotidianamente anche osservando una dieta ricca di alimenti sani e limitando l’uso di zuccheri e di alcoolici. Lo spazzolino, inoltre, che non deve essere troppo duro, andrebbe cambiato massimo ogni 3-4 mesi

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico