Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Holter pressorio

Holter pressorio

Descrizione e definizione

L’Holter pressorio è un esame diagnostico che consiste nella misurazione della pressione arteriosa ogni 30 minuti circa nell’arco delle 24 ore. Per eseguire questo esame, il paziente indossa un apparecchio portatile per la misurazione della pressione sanguigna (sfigmomanometro), il cui funzionamento è simile a quelli standard utilizzati normalmente. È costituito da una fascia gonfiabile applicata al braccio del paziente collegata tramite un raccordo di gomma a un misuratore della pressione. È anche dotato di un apparecchio in grado di registrare tutti i dati pressori misurati. Essi verranno in seguito letti e interpretati per finalità diagnostiche. Sostanzialmente, quindi, l’esame Holter pressorio consente una misurazione dinamica e pressoché continua della pressione arteriosa e delle sue fluttuazioni durante una normale giornata di attività e anche durante il sonno.
La pressione arteriosa varia fisiologicamente, anche in maniera importante, a seconda delle attività svolte e dello stato d’animo vissuto: più bassa a riposo, più alta durante l’esercizio fisico, gli sforzi e in corso di turbamenti emotivi.

Indicazioni

L’esame Holter pressorio è indicato qualora sussistano variazioni importanti e improvvise della pressione del sangue, sia verso il basso (ipotensione) che verso l’alto (ipertensione). L’accertamento è opportuno anche:

  • negli episodi di sincope
  • per la valutazione di aritmie cardiache
  • per il controllo della terapia antipertensiva
  • nei casi di ansia importante da stress

Preparazione

Per l’esecuzione di un esame Holter pressorio non è richiesta una preparazione specifica, se non quella di indossare indumenti comodi che permettano di utilizzare comodamente lo sfigmomanometro portatile necessario per l’esame. Durante la giornata di utilizzo dell’apparecchio, il paziente è tenuto ad osservare alcune regole:

  • non muoversi durante la misurazione della pressione, facilmente avvertibile perché la fascia che misura la pressione si gonfia
  • non rimuovere il misuratore della pressione dalla posizione originale
  • non fare la doccia o il bagno
  • tenere nota in un apposito diario dei disturbi e dei sintomi avvertiti durante l’esame

Procedura

Lo sfigmomanometro viene installato sul paziente dal personale infermieristico del centro medico di competenza: la fascia di misurazione intorno a un braccio, il misuratore di pressione collocato in un piccolo contenitore sorretto da una cinghia.
Segue la fase di taratura dello sfigmomanometro, effettuata controllando che i risultati ottenuti con due misurazioni pressorie, distanti tra loro circa mezz’ora, corrispondano a quelli ottenuti con uno sfigmomanometro standard.
Terminata la procedura di installazione, l’esame comincia. Trascorse 24 ore, il paziente restituisce l’apparecchio e consegna il diario della giornata trascorsa.
I dati registrati vengono letti, interpretati e successivamente refertati da un cardiologo.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico