Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Infiltrazioni articolari

Infiltrazioni articolari

Descrizione

Le infiltrazioni intra-articolari e peri-articolari sono procedimenti terapeutici che consistono nell’iniettare farmaci direttamente all’interno di una cavità articolare o nei tessuti ad essa circostanti.
I farmaci comunemente iniettati sono corticosteroidi, acido jaluronico e anestetici locali. Anche altre sostanze farmacologicamente attive possono essere utilizzate. Di recente è stato introdotto l’impiego del PRP, acronimo di platelet-rich plasma, prodotto che si ottiene dal sangue del paziente mediante tecniche di centrifugazione e concentrazione. Il PRP contiene numerose piastrine in grado di liberare diversi fattori che facilitano la rigenerazione dei tessuti.

Indicazioni

Le indicazioni principali delle infiltrazioni intra e peri-articolari sono costituite dai processi infiammatori e dall’osteoartrosi. I corticosteroidi sono i farmaci antinfiammatori maggiormente usati per combattere la flogosi mentre l’acido jaluronico è il medicamento utilizzato nella patologia artrosica. Chi è colpito da patologie infiammatorie e/o artrosiche articolari presenta sintomi di entità variabile che vanno dal dolore alla limitazione dei movimenti fino al blocco completo della funzionalità articolare.
Le infiltrazioni sono indicate soprattutto in quei casi dove altre terapie hanno fallito e il paziente soffre di dolore continuo e di importanti deficit funzionali. Le articolazioni più frequentemente trattate con infiltrazioni sono quelle dell’anca, del ginocchio, della spalla e del gomito. Si tratta delle cosiddette grandi articolazioni. Tuttavia, anche le piccole articolazioni delle mani e dei piedi possono essere curate in questo modo

Preparazione

Non è necessaria una preparazione particolare da parte del paziente. È tuttavia importante che vi sia un colloquio approfondito con il medico che deve fornire spiegazioni dettagliate in merito e raccogliere un’anamnesi completa. Le terapie iniettive intra e peri-articolari possono infatti avere delle controindicazioni dipendenti dallo stato del paziente. Non possono essere eseguite, per esempio, in gravidanza o durante l’allattamento come pure in casi di concomitanti terapie immunosoppressive o di allergie conosciute ai farmaci da iniettare. Anche i pazienti diabetici devono prestare particolare attenzione in caso di infiltrazioni articolari con corticosteroidi.

Procedura

L’esecuzione delle infiltrazioni articolari deve essere affidata a uno specialista in ortopedia dotato della necessaria esperienza. Ogni articolazione prevede le sue vie di accesso e il paziente andrä posizionato correttamente a seconda dei casi. È necessaria una accurata disinfezione della zona cutanea scelta per l’iniezione. La procedura non è particolarmente dolorosa perchè ai farmaci curativi vengono aggiunti anestetici locali per evitare dolori troppo intensi. Lo specialista può utilizzare anche una guida ecografica per maggior sicurezza. La durata complessiva dell’intervento è di circa 20 minuti. Consigliata è l’applicazione successiva di ghiaccio che va ripetuta alcune volte nelle 24 ore successive. Talvolta il paziente lamenta un aumento transitorio della sintomatologia dolorosa dopo la terapia infiltrativa. Bisogna comunque ricordare che le infiltrazioni intra e peri-articolari non sono terapie definitive.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico