Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Mal di testa (cefalea)

Mal di testa (cefalea)

Descrizione

Il mal di testa (cefalea) è il dolore avvertito in una qualsiasi zona del capo, superficiale o profonda, estesa o limitata. Si tratta quindi di un sintomo, e, in quanto tale, può essere la manifestazione di diverse malattie. Secondo la classificazione internazionale delle cefalee (ICHD-3), terza edizione, dell’International Headache Society, organizzazione dedicata specificamente ai professionisti del settore, le cefalee possono essere così classificate:

  • cefalee primarie, ad esempio l’emicrania
  • cefalee secondarie, ad esempio le cefalee secondarie a infezioni
  • nevralgie craniche, dolori facciali centrali e primari ed altre cefalee

Si tratta di una sintomatologia dolorosa molto diffusa nella popolazione. Si può dire che quasi tutti noi abbiamo conosciuto il mal di testa almeno una volta.
Nella maggior parte dei casi la cefalea si manifesta raramente, è sopportabile, di scarsa durata e controllabile con il riposo, rimedi comuni e farmaci da banco.

Cause

Mentre per le cefalee secondarie la causa è identificabile in un’infezione, un’intossicazione, un trauma o in altre situazioni previste dalla classificazione internazionale delle cefalee, per quanto riguarda le cefalee primarie il discorso è più complesso.
Le tre principali forme di cefalea primaria sono:

  • emicrania
  • cefalea tensiva
  • cefalea a grappolo

Queste tre forme di cefalea primaria non riconoscono cause identificabili con sicurezza.
Molto probabilmente si tratta di un insieme di cause e non di una sola.
Si parla quindi di multifattorialità di fattori causali, probabilmente una combinazione tra predisposizione genetica e agenti ambientali.
Poliedrico è anche l’insieme di quelle situazioni, a volte identificabili altre no, che agiscono quali fattori scatenanti di una di queste tipologie di cefalea.
Tra gli altri, ansia, stress, depressione, eccessiva attività fisica, fluttuazioni ormonali, sono i principali imputati messi in stato di accusa per essere in grado di scatenare episodi di mal di testa a volte feroci.

Diagnosi

La cefalea è un sintomo, qualcosa di soggettivo e di non misurabile oggettivamente che di per sé non ha bisogno di una diagnosi medica: è sufficiente quello che il paziente avverte e quindi riferisce.
Una valutazione medica è invece indispensabile per una diagnosi differenziale tra le cefalee primarie e per identificare le patologie alla base delle cefalee secondarie. Lo specialista di elezione è il neurologo.

Trattamento

Per le cefalee secondarie la terapia di elezione è quella della malattia che l’ha causata. Guarita la patologia di base la cefalea scompare.
Per le cefalee primarie la cura spesso è difficile, non univoca, e talora non completamente efficace
i farmaci comunemente utilizzati sono:

  • FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei)
  • triptani e derivati dell’ergot
  • analgesici
  • eliminazione delle condizioni scatenanti (se identificabili)

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico