Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Mastopessi

Mastopessi

Descrizione e definizione

La mastopessi è un intervento chirurgico che si prefigge di correggere e rimodellare la ptosi (caduta) delle mammelle nella donna. Diverse sono le cause della ptosi mammaria. Tra queste si collocano:

  • l’invecchiamento dei tessuti
  • dimagrimenti e aumenti ponderali alternati
  • numero di gravidanze

La mastopessi può essere eseguita utilizzando diverse tecniche chirurgiche. Si tratta di un intervento di una certa rilevanza che comporta comunque rischi e possibilità di complicanze.

Indicazioni

  • mammelle cadenti di grande volume con capezzolo rivolto verso il basso
  • mammelle cadenti di piccolo volume
  • asimmetria mammaria

Procedura

L’intervento chirurgico prevede il sollevamento, il rimodellamento e il riposizionamento delle mammelle in una posizione più alta del torace. La mastopessi può essere eseguita in anestesia generale, con un ricovero di circa un paio di giorni, oppure in anestesia locale alla quale viene aggiunta una sedazione che, pur mantenendo la paziente vigile, le consente di sopportare meglio il disagio psicologico. In quest’ultimo caso l’operazione viene eseguita in day hospital. La scelta del tipo di anestesia dipende da vari fattori e va valutata caso per caso. Talora è necessario inserire nella mammella una protesi per dare un maggior tono. Altre volte è sufficiente rimuovere la parte cutanea in eccesso e rimodellare i tessuti sottostanti.
Le cicatrici determinate dall’intervento sono permanenti.

Decorso post operatorio

Dopo l’intervento chirurgico di mastopessi, sono previsti controlli e medicazioni ripetuti a distanza di qualche giorno e stabiliti dal chirurgo plastico operatore. I punti di sutura vengono rimossi dopo una decina di giorni. Si possono applicare prodotti in crema per ridurre la visibilità delle cicatrici. È opportuno evitare l’esposizione alla luce solare, d’estate in particolare, senza un’adeguata protezione.

Complicanze

Le complicazioni secondarie a interventi di mastopessi sono rare e dominabili con gli opportuni presidi terapeutici. Tra queste vi sono:

  • emorragie nella sede dell’intervento chirurgico
  • ematomi
  • infezioni
  • asimmetrie della forma e del volume delle mammelle

Preparazione

Il primo passo per la preparazione all’ intervento di mastopessi è costituito dalla visita da parte del chirurgo plastico. In questa occasione viene raccolta con attenzione la storia della paziente con particolare riferimento alle eventuali patologie pregresse e attuali, al suo stile di vita, alle attività svolte, alle sue abitudini, ai farmaci assunti. In particolare la paziente deve comunicare al chirurgo plastico l’eventuale assunzione di medicinali anticoagulanti (che devono essere sospesi a partire da due settimane circa prima dell’intervento fino a due settimane dopo) e le eventuali allergie di cui soffre. Il chirurgo plastico può prescrivere accertamenti strumentali e di laboratorio quali la mammografia, l’elettrocardiogramma, le analisi del sangue, la radiografia del torace.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico