Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Mastoplastica additiva

Mastoplastica additiva

Descrizione e definizione

La mastoplastica additiva è un tipo di intervento chirurgico eseguito per ottenere un aumento del volume delle mammelle. Si tratta di una procedura chirurgica molto richiesta dalle donne che non sono contente dell’aspetto del loro seno.
Viene eseguita sostanzialmente quando il seno è troppo piccolo o quando appare ‘svuotato’ a causa di dimagrimento, allattamento o processi legati all’invecchiamento.
Il seno è il simbolo della femminilità e il suo aspetto è fondamentale per una donna. Se troppo piccolo o ‘vuoto’ può causare disturbi di natura psicologica anche seri.
L’intervento di mastoplastica additiva consiste nell’inserimento nelle mammelle di protesi costituite da materiali di varia natura, ad esempio silicone. La scelta del materiale, della forma e delle dimensioni più opportune varia da caso a caso e viene fatta dal chirurgo e dalla paziente dopo un’attenta valutazione della situazione specifica. L’intervento di mastoplastica additiva viene eseguito da un chirurgo specializzato in chirurgia plastica ed estetica con particolare esperienza in questo tipo di intervento.

Preparazione

Il primo atto di preparazione all’intervento di mastoplastica additiva è costituito dalla visita del chirurgo plastico. In questa occasione viene raccolta l’anamnesi completa della paziente con particolare riferimento alla storia clinica, pregressa e attuale, alle abitudini di vita e ai farmaci assunti. È necessario che la donna comunichi al chirurgo l’eventuale esistenza di allergie. La preparazione all’intervento prevede la sospensione di farmaci anticoagulanti, ad esempio l’aspirina, a partire da due settimane prima dell’intervento e fino a due settimane dopo. Anche la pillola anticoncezionale deve essere sospesa qualche settimana prima dell’operazione. Il chirurgo plastico e l’anestesista prescrivono accertamenti strumentali (elettrocardiogramma, radiografia del torace) e di laboratorio (analisi del sangue). Per l’intervento la paziente dovrà essere a digiuno completo da diverse ore.

Procedura

L’intervento chirurgico di mastoplastica additiva può essere eseguito in anestesia generale o locale in abbinamento a una sedazione per via endovenosa.
Nel primo caso è previsto il ricovero per un giorno, nel secondo la paziente viene operata in regime di day hospital e dimessa il giorno stesso dell’intervento. La durata dell’operazione chirurgica varia a seconda della complessità tecnica.
Il postoperatorio prevede una serie di controlli da parte del chirurgo e la ripresa graduale delle normali attività. La paziente riceverà le istruzioni complete sul da farsi da parte del chirurgo plastico. La situazione finale può essere valutata qualche mese dopo, soprattutto quando le protesi mammarie sono state inserite in posizione retromuscolare. la mastoplastica additiva non impedisce un futuro allattamento al seno.

Complicanze

Le principali complicanze della mastoplastica additiva sono:

  • infezioni
  • dislocazione della protesi
  • contrattura capsulare (l’organismo non tollera la protesi e le costruisce intorno una capsula fibrotica)
  • rottura della protesi

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico