Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Medico internista

Medico internista

Descrizione e Definizione

La medicina interna è una branca specialistica della medicina. Si occupa della fisiopatologia, della semeiotica e della terapia della clinica medica generale. La medicina interna è una specializzazione medica riconosciuta ufficialmente e iscritta nell’area medica delle specialità con il nome di specializzazione in medicina interna. Il corso di formazione dura 5 anni. Si accede alla scuola di specializzazione dopo aver conseguito il diploma di laurea in medicina e chirurgia che dura 6 anni.
L’obiettivo della scuola specialistica è quello di formare professionisti con conoscenze avanzate riguardanti in particolare la medicina d’urgenza e di pronto soccorso, la geriatria e l’immunologia clinica. Il medico internista, o più semplicemente l’internista, è il medico specialista in medicina interna. Si avvale di tecniche terapeutiche mediche non particolarmente invasive. La visita internistica di norma costituisce il primo atto verso un paziente.

Indicazioni

Normalmente è il medico di famiglia che invia il paziente allo specialista in medicina interna allorquando sospetti una patologia di specifica competenza. La visita internistica consente la valutazione diagnostica e la presa a carico da parte del medico internista allorquando la patologia riscontrata non sia suscettibile di terapie chirurgiche.
Il medico internista si trova confrontato spesso con le seguenti patologie:

  • infezioni
  • malattie dell’apparato respiratorio (ad esempio bronchiti, polmoniti)
  • malattie dell’apparato urinario (rene ad esempio)
  • patologie ematologiche (malattie del sangue)
  • malattie del sistema cardiocircolatorio e vascolare (ad esempio insufficienza cardiaca, scompenso cardiaco)
  • malattie del fegato (ad esempio epatiti)
  • malattie dello stomaco e dell’intestino (ad esempio gastriti, enteriti, coliti)
  • malattie del metabolismo e immunitarie
  • neoplasie

Preparazione

La visita internistica di per sé è indolore e non ha controindicazioni. Non c’è bisogno di una particolare preparazione da parte del paziente. Normalmente il malato si presenta dallo specialista in medicina interna su richiesta del proprio medico curante. Egli di solito informa il collega internista di quanto già fatto nei confronti del paziente e gli comunica l’esito di eventuali accertamenti già effettuati.

Procedura

il medico internista raccoglie l’anamnesi con particolare riferimento ai disturbi lamentati dal paziente, al suo stile di vita, all’attività lavorativa svolta e alle sue abitudini quotidiane.
Segue poi l’esame obiettivo generale che l’internista svolge seguendo le procedure della semeiotica. Il medico internista può avvalersi di accertamenti supplementari e di consulenze specialistiche d’intesa con il paziente. Tra questi troviamo frequentemente:

  • esami radiografici (esempio radiografie dei polmoni)
  • ecografia
  • spirometria
  • analisi del sangue
  • analisi delle urine
  • tomografia assiale computerizzata
  • risonanza magnetica
  • consulenze specialistiche (ad esempio visita reumatologica)
  • elettrocardiogramma sotto sforzo e/o dinamico (Holter)

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico