Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Reumatismi

Reumatismi

Descrizione e definizione

Con il termine di reumatismi si intende l’insieme dei disturbi e dei sintomi dolorosi che interessano il sistema delle articolazioni umane. I reumatismi possono essere costituiti da lievi dolori senza specifici substrati anatomici non inquadrabili nell’ambito di patologie chiaramente definite, oppure essere anche di notevole intensità quando determinati dalle malattie reumatiche propriamente dette, tra le quali le alterazioni che colpiscono l’apparato articolare e le strutture ad esso correlate (ad esempio muscoli e ossa). Le strutture maggiormente colpite dalle malattie reumatiche sono le articolazioni della spalla, del gomito, del polso, delle mani, dell’anca, del ginocchio, della caviglia, dei piedi.

Cause

Le causa più frequenti dei reumatismi sono le patologie articolari e periarticolari di natura infiammatoria (ad esempio artriti, borsiti, tendiniti), oppure di natura degenerativa come l’artrosi. Anche la fibromialgia determina la comparsa di dolori reumatici.
I reumatismi possono però essere conseguenza anche di altre malattie a localizzazione extra-articolare, in particolare di quelle metaboliche come:

  • diabete;
  • gotta (depositi articolari di cristalli di acido urico (urati) accompagnati da aumento della concentrazione di acido urico nel sangue (iperuricemia);
  • obesità

Anche le cosiddette malattie autoimmuni causano dolori reumatici. Tra queste vi sono:

  • l’artrite reumatoide (interessa le articolazioni);
  • la sclerodermia (colpisce il derma);
  • la malattia di Sjögren;
  • la dermatomiosite (colpisce i muscoli);

Le fratture ossee possono anche provocare l’insorgenza di reumatismi.

Sintomi associati

Se il reumatismo è rappresentato da semplici dolenzie di breve durata non sono presenti in genere altri segni o sintomi.
Quando invece il reumatismo è secondario a patologie infiammatorie acute, il dolore è associato ad altri segni tipici dell’infiammazione: gonfiore, arrossamento, diminuzione o perdita della funzionalità dell’area colpita.
La persistente durata (in termini di settimane) di un dolore reumatico, depone in genere per una patologia cronica. Il reumatismo può manifestarsi solamente in occasione della movimentazione della parte colpita oppure anche a riposo.

Terapia

Il professionista che cura i reumatismi è il medico specializzato in reumatologia.
La terapia dei reumatismi è sintomatica (uso di analgesici) nelle forme lievi di breve durata e senza una malattia di base evidente.
Quando invece i dolori reumatici sono secondari a una malattia diagnosticata con esattezza, la terapia risolutiva è quella specifica per tale patologia.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico