Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Sessuologo

Sessuologo

Descrizione e Definizione

La sessuologia è la materia dedicata allo studio degli aspetti, dei comportamenti e dei fenomeni emotivo-relazionali connessi con la sfera sessuale umana. Si occupa anche della terapia dei disturbi della sessualità. Si tratta sostanzialmente di un settore sotto-specialistico della psicoterapia. Tale specializzazione viene acquisita come integrazione di quella in psicoterapia e ottenuta mediante corsi post-universitari e master specifici. La sessuologia non è considerata una specializzazione medica e non è quindi ufficialmente riconosciuta come tale. La terapia delle patologie anatomiche e funzionali dell’apparato riproduttivo maschile e femminile è affidata a specialisti medici quali il ginecologo, l’andrologo e l’urologo. Il sessuologo è lo specialista in sessuologia. Il sessuologo ha competenze di cura dei disturbi della sfera sessuale quando non c’è una base anatomo-funzionale rilevabile obiettivamente con le tecniche diagnostiche mediche a disposizione. I pazienti del sessuologo sono persone di entrambi i sessi da soli o in coppia.

Indicazioni

I disturbi della sfera sessuale interessano entrambi i sessi e in parte sono comuni.
Tra quelli che colpiscono il sesso maschile e che giungono all’osservazione del sessuologo troviamo:

  • eiaculazione precoce, definita come espulsione troppo rapida dello sperma
  • eiaculazione ritardata o impossibile, caratterizzata da notevole difficoltà o addirittura impossibilità di ottenere un’eiaculazione
  • eiaculazione retrograda, caratterizzata dall’espulsione dello sperma nella vescica urinaria invece che all’esterno
  • eiaculazione anorgasmica, si ha quando non si ha il raggiungimento dell’orgasmo con l’eiaculazione
  • disfunzione erettile, caratterizzata dall’impossibilità di raggiungere e/o mantenere l’erezione completa del pene in presenza di desiderio sessuale
  • desiderio compulsivo, caratterizzato dalla spinta incoercibile ad avere rapporti frequenti
  • fobia sessuale, caratterizzata da rifiuto del sesso e dell’erotismo più in generale
  • carenza di desiderio, definibile come mancanza di pulsione sessuale

I disturbi della sfera sessuale femminile sono:

  • disturbo dell’eccitazione femminile, definito come difficoltà o impossibilitä di risposta eccitatoria nei confronti di uno stimolo erotico sufficientemente efficace
  • anorgasmia, definita come difficoltà persistente o impossibilità a raggiungere l’orgasmo
  • vaginismo, si tratta di una condizione che ostacola o impedisce del tutto la penetrazione del pene in vagina. È determinato dalle contrazioni involontarie della muscolatura pelvica
  • dispareunia, consistente nella comparsa di dolore durante l’atto sessuale
  • desiderio compulsivo, caratterizzato dalla spinta incoercibile ad avere rapporti frequenti
  • fobia sessuale, caratterizzata da rifiuto del sesso e dell’erotismo più in generale
  • carenza di desiderio, definibile come mancanza di pulsione sessuale

Oltre a costituire un presidio terapeutico di ausilio nei casi sopra descritti, il sessuologo può anche:

  • Informare sulla prevenzione delle malattie a trasmissione sessuale e sui metodi contraccettivi
  • promuovere l’informazione sessuale e migliorare la vita affettiva delle persone disabili
  • promuovere la salute sessuale in generale

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico