Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / TAC (tomografia assiale computerizzata)

TAC (tomografia assiale computerizzata)

Descrizione

La TAC, tomografia assiale computerizzata, è una metodica diagnostica per immagini utilizzata in medicina. La TAC utilizza un fascio di raggi X molto sottile che attraversa gli organi e le strutture che si vogliono esaminare e che viene successivamente intercettato e trasformato in segnale elettrico. Un complesso sistema elettronico procede successivamente a ricostruire, sulla base dei segnali ricevuti, le immagini relative agli apparati e agli organi esaminati. Il medico radiologo, ossia il medico specialista competente in materia, procede successivamente alla valutazione di queste immagini e formula una diagnosi che viene riportata nello specifico referto. Le apparecchiature moderne consentono attualmente un miglioramento della qualità delle immagini e della loro elaborazione. Sono oggi disponibili nuove versioni come la TAC spirale e la TAC multistrato, in grado di fornire immagini tridimensionali. I primi utilizzi della TAC in radiologia medica risalgono all’inizio degli anni 70.

Indicazioni

La tomografia assiale computerizzata è una tecnica diagnostica molto utilizzata per l’esame di numerosi organi e apparati. in particolare una TAC può essere eseguita per valutare:

  • lo scheletro
  • gli organi addominali
  • gli organi toracici (cuore ad esempio)
  • le strutture vascolari


La TAC può essere eseguita con o senza l’utilizzo di un mezzo di contrasto. Di solito si tratta di sostanze iodate che vengono somministrate al paziente per via endovenosa. Il mezzo di contrasto assorbe meglio le radiazioni e quindi consente di visualizzare con maggior efficacia gli organi e le strutture del corpo umano.

Preparazione

Non è richiesta al paziente una preparazione specifica per l’esecuzione della TAC senza mezzo di contrasto. Qualora sia prescritto il suo impiego, è necessario che siano disponibili e pronti all’uso i presidi medico-chirurgici necessari ad affrontare e risolvere eventuali disturbi allergici dovuti a reazioni nei confronti della sostanza iniettata. Il rischio è basso, ma queste reazioni possono essere anche di notevole gravità (shock anafilattico).

Procedura e precauzioni

Il paziente viene invitato a spogliarsi e a distendersi in posizione supina sul lettino ove si svolgerà l’esame. Tutti gli oggetti metallici indossati (ad esempio catenine, orologi) devono essere rimossi. Durante l’esame i movimenti del corpo devono essere ridotti al minimo e, su richiesta del personale tecnico, sarà necessario trattenere il respiro per un certo numero di volte. La presenza di pace-maker cardiaci non controindica l’esame TAC. In casi particolari (sintomi ansiosi da claustrofobia ad esempio) possono essere somministrati sedativi al paziente.
La TAC comporta l’assorbimento di una quantità abbastanza alta di radiazioni. Per questo motivo non può essere effettuato con frequenza.
Le donne incinte devono avvisare il medico della loro condizione e possibilmente utilizzare altri metodi diagnostici che evitino il problema delle radiazioni.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico