Please, activate Javascript to see this website correctly
MyDott

Caricamento ...

info / Tendinite

Tendinite

Descrizione e definizione

La tendinite è una condizione di infiammazione acuta o cronica dei tendini e delle strutture ad esso connesse.
I tendini sono cavi di connessione tra un muscolo e un segmento osseo costituiti da tessuto fibroso e di colore biancastro simile alla madreperla. La contrazione muscolare agisce sul tendine che a sua volta sposta l’osso nelle direzioni consentite dalla struttura e dalle funzionalità specifiche di un’articolazione. Si realizza in questo modo il movimento.
La robustezza dei tendini e la resistenza all’usura sono elevate. il tendine é una struttura sollecitata molto pesantemente nel corso della vita e si può ammalare. Quando si infiamma si ha la tendinite, acuta o cronica, se invece il tendine è danneggiato ma senza segni infiammatori, si ha la tendinosi. Entrambe (tendinite e tendinosi) sono comprese nel gruppo delle tendinopatie, parola che comprende e definisce l’insieme delle malattie che possono colpire una struttura tendinea.

Cause

Una delle cause più frequenti della tendinite è quella micro-traumatica cronica.
Le numerosissime sollecitazioni subite dalle strutture tendinee nel corso di un lungo periodo provocano infatti alterazioni della normale struttura del tendine che risulta in questo modo indebolita. I traumi provocano infatti continue microlesioni delle fibre tendinee che vengono riparate con nuove cellule che non hanno però la stessa resistenza di quelle danneggiate. ll tendine subisce quindi un processo di degenerazione progressiva chiamata tendinosi accompagnata o meno da fenomeni infiammatori (tendinite).
I fasci tendinei più frequentemente interessati da tendinite sono quelli del ginocchio, della spalla e del gomito. Cause frequenti di tendinite sono:

  • eccessive sollecitazioni;
  • uso scorretto oppure eccessivamente protratto nel tempo di attrezzi e/o di strumenti (lavoro, sport);
  • errori nell’esecuzione tecnica dei movimenti;
  • abitudini posturali sbagliate prolungate nel tempo;
  • uso di steroidi anabolizzanti (per il rischio di creare sproporzione eccessiva tra forza muscolare e resistenza delle fibre del tendine);
  • terapia infiltrativa con corticosteroidi (i corticosteroidi diminuiscono la resistenza dei tessuti).

Sintomi e diagnosi

I sintomi della tendinite acuta sono quelli classici dell’infiammazione: dolore, gonfiore, arrossamento e limitazione funzionale, osservabili clinicamente con una visita medica. Approfondimenti diagnostici possono essere svolti mediante l’impiego dell’ecografia e della risonanza magnetica, particolarmente utili in questo senso.

Terapia

I presidi terapeutici più comuni utilizzati nella terapia della tendinite sono costituiti dal riposo, dai farmaci antinfiammatori e dagli analgesici. Indispensabile è il ricorso alla riabilitazione precoce nei casi più gravi non appena terminato il periodo di immobilizzazione. È importante che la terapia di riabilitazione venga eseguita sotto il controllo e la supervisione di personale qualificato per evitare il rischio di ricadute.

Disclaimer

Le informazioni contenute in questo portale/articolo sono puramente informative e sono di natura generale. Tutte le eventuali terapie, trattamenti o interventi di qualsiasi natura, che qui dovessero essere citati, non devono in alcun modo sostituire il rapporto medico- paziente. Niente di ciò che viene descritto in questo testo deve essere utilizzato dal lettore o da chiunque altro, a scopo diagnostico o terapeutico, per qualsiasi malattia o condizione fisica senza il parere diretto del proprio medico. Si fa presente che la visita medica specialistica rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico e che i consigli presenti sul sito vanno presi come meri suggerimenti di comportamento. L’Autore e Consulcesi SA non si assumono la responsabilità per eventuali effetti negativi causati dall'uso o dal cattivo uso delle informazioni qui contenute.

 

Comitato Scientifico